Pubblicato: Dom, Aprile 15, 2018
Cultura | Di Socrate Ginnetti

Superbike, Rea e Davies vincono in Spagna. Il resoconto del weekend

Superbike, Rea e Davies vincono in Spagna. Il resoconto del weekend

Dopo un venerdì di prove concluso con riscontri positivi, il team Ducati ha centrato un'altra volta il podio con Chaz Davies in gara-1 ad Aragon (Spagna), teatro del terzo round del campionato mondiale Superbike 2018. Il poleman Marco Melandri al primo giro si è ritrovato quinto, con Rea che ha preso il comando davanti ad Alex Lowes (Pata Yamaha Official WorldSBK Team), risalito dalla quinta posizione.

TRE MOSCHETTIERI Seconda posizione sotto la bandiera a scacchi per Chaz Davies, autore di una gara tutta all'inseguimento in cui ha avuto la meglio in un sorpasso all'ultima curva su uno scatenato Xavi Fores e sul compagno di squadra Marco Melandri. Un giro più tardi è il nordirlandese ad andare largo nel settore centrare, permettendo a Davies di conquistare la vittoria. Dietro di loro Chaz Davies ha fatto una grande partenza recuperando dall'undicesima alla quarta posizione in un solo giro e sopravanzando Tom Sykes (Kawasaki Racing Team WorldSBK) al giro successivo e prendendosi il podio provvisorio. Alla fine del T1, in un cambio di direzione, Rea butta la sua Zx all'interno, con Melandri che non riesce a chiudere e si trova davanti il britannico della Kawasaki, con Rinaldi che vola e si porta a ridosso di Davies, che prima del lungo rettilineo si infila nell'ultima S. I due piloti britannici Sykes e Lowes lo seguono in sesta e settima posizione rispettivamente, mentre Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing - Junior Team) ha chiuso con un'ottima ottava posizione al suo debutto nel WorldSBK. Inclassifica generale Rea ha 94 punti con un vantaggio di 14 lunghezze su Melandri. Ma sotto il muraglione, Rea sbaglia la staccata e Davies scappa via verso l'ultimo curvone e va a vincere, davanti a Rea e Melandri, mentre Lowes regola Van der Mark, con Sykes che si prende il 6° posto su Rinaldi e Torres.

More news: Champions, impresa Roma. Dzeko: "il bello deve ancora venire"

Buona la partenza dopo per Rea che guadagna subito la prima posizione ai danni di Melandri passato anche da Lowes, Sykes e Davies. Marco Melandri, invece, dopo aver perso qualche metro di troppo, a tre giri dalla fine piazza un incredibile 1:51.048 e si rimette in battaglia. Secondo posto per Roberto Tamburini anche se distanziato di circa mezzo secondo, in seconda fila i piloti Aprilia Scheib e Luca Vitali (sesto), decimo Alessandro Del Bianco.

GRANDE VELOCITA' DI PUNTA - "Al momento siamo abbastanza forti e sono contento di questo, sul circuito spagnolo saremo molto competitivi perché è un tracciato molto fluido, con una grande curva a sinistra alla fine del giro e non un tornante", ha aggiunto Sykes. La Ducati ha tenuto testa per due terzi di gara prima di arrendersi a Rea.

Come questo: