Pubblicato: Dom, Aprile 15, 2018
Esteri | Di Evidio Veneziano

Continuano le ricerche del magnate tedesco scomparso in zona Cervino

Continuano le ricerche del magnate tedesco scomparso in zona Cervino

Sono state interrotte al momento, sul fronte svizzero, le ricerche del manager tedesco, Karl Erivan Haub, disperso da sabato sul Monte Cervino.

"La speranza è l'ultima a morire, ma è chiaro che più passa il tempo più diminuiscono le chance di ritrovare i dispersi in vita", ha ricordato Rieder. Noi immaginiamo una lunga assenza di mio fratello. Dopo sette giorni trascorsi "nelle condizioni climatiche estreme di una zona di ghiacciai" non ci sono più speranze che possa essere sopravvissuto, afferma in una nota, a nome della famiglia, il gruppo tedesco Tengelmann di cui Haub è (era) Ceo.

More news: Champions, impresa Roma. Dzeko: "il bello deve ancora venire"

Nella giornata di sabato è scomparso un uomo nella zona del Cervino, al confine fra l'Italia e la Svizzera. Karl-Erivan aveva un appuntamento sabato alle ore 16:00 in Svizzera, precisamente a Zermatt, ma a quell'incontro non si è mai presentato. La famiglia ha messo a disposizione "fondi illimitati" per finanziare le difficili ricerche rallentate dal maltempo.

Haub è salito sulla funivia del Piccolo Cervino, è arrivato in quota e poi se ne sono perse le tracce, né risultano suoi passaggi in altri impianti di risalita. Favre ha aggiunto e concluso: "Per le ricerche potrebbero essere utilizzate diverse tecnologie, dal sistema Recco all'apparecchio Artva, anche se la possibilità che quest'ultimo rimanga acceso diventa sempre più remota".

Come questo: