Pubblicato: Mer, Aprile 11, 2018
Sportivo | Di Concetto Furlan

Sassuolo, ag. Berardi risponde a Carnevali: "Parole fuori luogo"

Sassuolo, ag. Berardi risponde a Carnevali:

E domenica prossima c'è la sfida contro il Napoli, con Bonucci squalificato e Romagnoli in forse per un problema muscolare. A disp.: Storari, A. Donnarumma, Calabria, Musacchio, Zapata, Antonelli, Locatelli, Montolivo, Mauri, Borini.

Sassuolo (3-5-2): Consigli; Lemos, Acerbi, Peluso; Lirola, Mazzitelli, Sensi (58' Cassata), Missiroli, Rogério Oliveira (67' Dell'Orco); Berardi (54' Ragusa), Politano. All. A disposizione: Marson, Pegolo, Biondini, Matri, Pierini, Frattesi, Babacar, Duncan.

Arbitro: Pairetto di Nichelino 6. I primissimi minuti danno l'idea di un Diavolo arrembante, capace di tenere alto il ritmo e trascinato da un attivissimo Calhanoglu, il punto è che pian piano i rossoneri si fanno imbrigliare dagli avversari e perdono mordente. Il Milan si ferma a San Siro e può dire addio alla Champions League. 22 le conclusioni del Milan, di cui 8 in porta. Le prime battute escludono inoltre Romagnoli dalla gara, il centrale scende in campo con una vistosa fasciatura alla coscia destra, pochi minuti e poi il cambio forzato, con Musacchio praticamente in campo per tutta la gara. Il numero 13 non riesce a continuare, al suo posto Musacchio. Il suo show tra i pali inizia dopo nemmeno un minuto con un salvataggio su Kessie, che a un metro dalla linea (in fuorigioco non visto dal guardalinee) colpisce con il petto anziché di testa, commettendo uno dei tanti, troppi errori tecnici della sua partita.

Seghedoni ha concluso con un augurio: "Spero che le parole di Carnevali siano state travisate, anche perchè c'è sempre stata massima armonia nel rapporto con il Sassuolo e sono convinto che sarà così anche in futuro".

More news: Pedopornografia, arrestato in Vaticano ex addetto della Nunziatura

Nel secondo tempo il film della partita cambia poco.

Il Sassuolo si conferma avversario ostico per il Milan.

Gli spogliatoi avrebbero dovuto sputare fuori Andrè Sílva, le due punte, e quindi maggior peso specifico per aumentare l'intensità della pressione senza però affollare la trequarti neroverde già gremita. Ecco - quasi immediata - la beffa. Su un rimpallo molto fortunoso, il pallone arriva a Politano. Milan sbilanciato con una difesa a tre inedita e Sassuolo cinico grazie alla gemma di Matteo Politano, che infilava Donnarumma con un destro impeccabile. Niente da fare per Donnarumma e 0-1. I rossoneri non si arrendono e l'ex centravanti viola Nikola Kalinic prima spreca di testa su cross di Calhanoglu, poi batte Consigli con una spledida girata in area. 1-1, il Milan è vivo. Nel finale, forcing finale, ma ancora Consigli dice no a Bonaventura, con una parata mostruosa.

Come questo: