Published: Mer, Aprile 11, 2018
Sportivo | By Concetto Furlan

Addio a Sauro Tomà l'ultimo superstite del Grande Torino

Addio a Sauro Tomà l'ultimo superstite del Grande Torino

Sauro Tomà è morto all'età di 92 anni.

Dopo quello di Emiliano Mondonico, un altro lutto si abbatte sul mondo del Torino e sulla sua storia.

Oggi è un giorno triste per il Torino e tutti i cuori granata.

"Hai raggiunto i tuoi compagni - si legge in un post della società granata su Facebook - Ciao Sauro, ultimo degli Invincibili".

More news: Cura la madre dal cancro: bimbo dona i suoi risparmi al medico

Tomà era spezzino (ma di origini toscane, come si deduce dal suo nome), un difensore coriaceo ma elegante, arrivato nella squadra di Ferruccio Novo nel '47 per andare via nel '51.

Nato a Rebocco, frazione di La Spezia, Sauro Tomà era approdato al Toro nel 1947 proprio dallo Spezia (sarebbe dovuta essere la riserva di Virgilio Maroso, ndr), vincendo gli scudetti nel 1947-48 e 1948-49, gli ultimi due scudetti di Valentino Mazzola e compagni prima della tragedia di Superga.

"Lo sport perde un protagonista assoluto di un'epica epoca, il Toro piange un autentico gentiluomo e lo storico punto di riferimento per tutti coloro che amano la storia e la maglia granata". Tuttavia Tomà rimase legato al capoluogo piemontese, dove si stabilì al termine della sua carriera, andando a vivere vicino allo stadio Filadelfia.

Like this: