Pubblicato: Sab, Aprile 07, 2018
Esteri | Di Evidio Veneziano

La retata dei furbetti del cartellino

La retata dei furbetti del cartellino

Con questa accusa Quasi la metà dei dipendenti del comune di Ficarra, 23 su 54, sono indagati per assenteismo e per 16 di loro la Procura di Patti ha predisposto la sospensione dalla funzione. Misura cautelare interdittiva di 9 mesi per chi è stato beccato in flagrante, come ad esempio un'addetta all'ufficio segreteria del comune, con mansioni nell'ambito del settore trasparenza e anticorruzione, che con la scusa di commissioni per il Comune usciva (ovviamente senza timbrare il badge in entrata e in uscita) ed effettuava invece commissioni per suo conto, per un totale di ben 160 uscite in due mesi.

Un vero e proprio "sistema fraudolento e patologico - dice il gip - ai danni della pubblica amministrazione, sviluppatosi e rafforzatosi nel tempo in un contesto di anarchia amministrativa". Nel complesso, sono state rilevate dagli inquirenti circa 650 assenze arbitrarie per un ammontare complessivo di oltre 12.500 minuti.

Secondo il capogruppo FdI, "con il lettore biometrico dattiloscopico che rileva l'impronta e, in forma protetta, la mette a confronto con quella memorizzata al momento dell'assunzione, si avrebbe la certezza della presenza di funzionari e impiegati di enti locali nei palazzi pubblici, ma anche di medici, infermieri e amministrativi negli ospedali e distretti sanitari". Gli spostamenti dei dipendenti comunali sospettati di assenteismo sono stati monitorati dai carabinieri. Tra i 16 destinatari della misura cautelare figurano, tra l'altro, 3 dirigenti, rispettivamente delle area tecnica, amministrativa ed economico-finanziaria, che rispondono in concorso con gli altri perché avrebbero omesso di controllare i colleghi. In particolare, C. G., dipendente dell'area amministrativa addetto alla predisposizione e gestione delle proposte e atti deliberativi del Comune, era solito uscire dalla Casa comunale, naturalmente senza registrare l'assenza, per recarsi presso dal tabaccaio, al bar, al mercato, dal meccanicoo all'Ufficio Postale o spostarsi al di fuori del paese con la sua autovettura.

More news: Lazio, Inzaghi: 'Voglio tornare in semifinale, Milinkovic gioca'

Analoga sorte, ovvero un'interdittiva di 9 mesi, è toccata a G.

Indagati anche tre dirigenti comunali - C. F. Ammettendo, durante l'interrogatorio, che la prassi degli allontanamenti arbitrari era sempre stata ammessa in base al principio del "si era sempre fatto così". Il danno economico, che il giudice ha definito "apprezzabile", verrà quantificato dalla Corte dei conti nelle prossime settimane.

Come questo: