Pubblicato: Gio, Aprile 05, 2018
Economia | Di Almiro De Bernardi

Energia nucleare, il Lazio ospiterà macchina sperimentale "Dtt"

Energia nucleare, il Lazio ospiterà macchina sperimentale

"Invertiamo la rotta, con il Lazio l'Italia vince". Lo rende noto l'Enea, il cui Consiglio di Amministrazione ha approvato la relazione conclusiva con la graduatoria finale delle nove località candidate ad ospitare la macchina.

Frascati si trova appena fuori Roma e tra le nove candidate italiane è stata quella ad avere il punteggio più alto per quel che riguarda la ricerca nucleare: ed è quindi proprio per questo motivo che, grazie ai requisiti tecnici posseduti e agli altrettanti requisiti ambientali ed economici potrà avere l'onore di poter essere chiamata cittadella della ricerca nucleare.

"Dai sopralluoghi effettuati nei 60 giorni di istruttoria e dall'esame della documentazione ricevuta, sono emerse indicazioni fattuali per valutare l'idoneità dei siti; a ogni requisito è stato associato uno specifico punteggio per elaborare la graduatoria - ha dichiarato il presidente della Commissione ing".

More news: Gerry Scotti piange a C'è posta per te ricordando i genitori morti

Il Divertor Tokamak Test (DTT) è parte del percorso europeo per la realizzazione dell'energia da fusione nucleare (Fusion road map) che dovrebbe portare alla realizzazione di un impianto dimostrativo definito Demo, ovvero una centrale nucleare a fusione in grado di fornire energia elettrica alla rete entro il 2050. "Perché investe sulla conoscenza e sull'energia sostenibile con un progetto che garantisce prospettive scientifiche e occupazionali positive per tutti e, in particolare, per i giovani", ha affermato il Presidente di ENEA, Federico Testa, aggiungendo "adesso si apre la fase dell'avvio operativo che richiederà il massimo impegno per garantire il rispetto della tempistica e degli adempimenti previsti, a cominciare dalla firma di un accordo con la Regione".

Riceviamo e pubblichiamo dall'Ufficio Stampa della Regione Lazio. "Ci abbiamo creduto dall'inizio con un investimento da 25 milioni - aggiunge Zingaretti -". Obiettivo della macchina Dtt è fornire risposte scientifiche ai problemi complessi sulla fusione ed è considerata l'anello di collegamento con i grandi progetti internazionali, come il reattore sperimentale Iter in costruzione in Francia.

Il plasma lavorerà a oltre 100 milioni di gradi mentre gli oltre 40 km di cavi superconduttori di niobio, stagno, titanio distanti solo poche decine di centimetri, saranno a 269 °C sotto zero.

Come questo: