Pubblicato: Ven, Marzo 30, 2018
Economia | Di Almiro De Bernardi

Inps: "Il 70,8% delle pensioni non arriva a mille euro"

Inps:

Nello studio dell'Osservatorio inoltre emerge un dato importante relativo ai pensionamenti del 2017 che mostrano un dato in controtendenza con quanto si sente dire quotidianamente, cioè che le pensioni si allontanano nel tempo e che gli italiani sono costretti a restare al lavoro fino a tarda età.

Le pensioni erogate dall'Inps nel 2018 sono 17,88 milioni e, di queste, 12,8 milioni, ovvero il 70,8%, sono inferiori a mille euro. La spesa complessiva annua risulta pari a 200,5 miliardi di euro (di cui 179,6 miliardi sostenuti dalle gestioni previdenziali).

Al primo gennaio 2018 le Pensioni per il settore privato erogate dall'Inps sono 17.886.623, circa 143.000 in meno rispetto all'inizio del 2017.

Al contrario, è boom per le pensioni anticipate rispetto all'età di vecchiaia nel 2017: nell'anno, secondo l'Osservatorio statistico dell'Inps, le pensioni dei lavoratori privati usciti dal lavoro con almeno 42 anni e 10 mesi di contributi (41 anni e 10 mesi per le donne) sono state 160.142, con una crescita del 25,35% rispetto al 2016 quando furono 127.746.

More news: Milan, Conti: "Con la gestione di Gattuso siamo cambiati e migliorati"

Va specificato che questo dato non tiene conto delle pensioni pubbliche e di quelle dello spettacolo, che in media sono più alte.

Nello scorso anno sono state liquidate 1.112.163 pensioni delle quali poco meno della metà (49,7%) di natura assistenziale. Gli importi annualIi stanziati per le nuove pensioni liquidate nel 2017 ammontano a 10,8 miliardi di euro, ossia il 5,4% dell'importo complessivo in pagamento per il 2018. Il dato si riferisce alle pensioni di vecchiaia dei lavoratori del settore privato, dipendenti e autonomi.

Le nuove prestazioni erogate ai dipendenti privati sono state 335.246 mentre quelle agli autonomi sono state 215.439.

Ciò significa che, per effetto della legge Fornero, che adegua automaticamente l'età pensionabile all'aspettativa di vita, dal 2019 in Italia si andrà in pensione a 67 anni, mentre invece per la pensione anticipata ci vorranno 42-43 anni di contributi. Le pensioni di invalidità previdenziale liquidate nel 2017 sono state 56.414 mentre gli assegni ai superstiti sono state 206.138. Questa percentuale, che per le donne raggiunge il 75,5%, costituisce solo una misura indicativa della povertà, per il fatto che molti pensionati sono titolari di più prestazioni pensionistiche o comunque di altri redditi. L'età media dei pensionati è 73,9 anni (71,3 anni per gli uomini e 75,9 anni per le donne).

Come questo: