Pubblicato: Mer, Marzo 14, 2018
Sportivo | Di Concetto Furlan

Titti Improta: "Sarri si è scusato. Mi è sembrato pentito"

Titti Improta:

A una domanda sul possibile scudetto e sulla Juventus, il tecnico di Figline Valdarno aveva glissato, rivolgendosi a Titti Improta in questo modo: "Non ti mando a fan***o perché sei carina e sei donna". Al di là del chiarimento e delle scuse, ieri per la Improta si sono mossi in tantissimi sui social e sul web in una accorata corsa alla solidarietà alla giornalista, volto noto in tv, in Campania e in Italia. A fine serata, a telecamere spente, il tecnico, insieme al responsabile della comunicazione del Napoli Nicola Lombardo, si è poi scusato con la giornalista, ma il danno è ormai fatto. Con Sarri, quindi caso chiuso, nonostante questa ultima nota polemica della Improta, che è figlia di Gianni Improta, un 10 azzurro degli anni 70 che ha lasciato il segno nella storia del Napoli. Sarri si è scusato, ha ammesso l'errore, mostrando imbarazzo e abbracciandomi con affetto. La sua è stata soltanto una uscita maleducata che in sala stampa non può essere accettata. La vicenda, per me, si era chiusa domenica sera: "non pensavo si sollevasse un polverone". "Stop e andiamo avanti".

More news: Inter-Napoli, le probabili formazioni: Spalletti sceglie Rafinha, Sarri ritrova Hamsik

Scurdàmmoce 'o passato. La bufera su Maurizio Sarri, accusato di sessismo dopo la frase rivolta ad una giornalista nel post Inter-Napoli, si attenua proprio grazie alla diretta interessata. Il Napoli si è inventato il gioco che va oltre la somma delle sue individualità.

Come questo: