Pubblicato: Mar, Marzo 13, 2018
Cultura | Di Socrate Ginnetti

Tornano i Telegatti, riecco gli Oscar della televisione

Tornano i Telegatti, riecco gli Oscar della televisione

In quest'occasione, la giornalista Rosanna Mani ha presentato il libro "Telegatto". Dal 1984 la consegna è andata in onda su Canale 5 (ma ancora non è stato deciso se sarà la rete Mediaset a riproporlo) che ha trasmesso l'evento organizzato fino al 2004 in teatri di Milano quindi a Roma in serate simili alla notte degli Oscar, con il red carpet e la folla assiepata all'esterno.

"Siamo felici e molto emozionati di tornare con i Telegatti dopo dieci anni", ha dichiarato Aldo Vitali, direttore di Tv Sorrisi e Canzoni.

L'occasione per l'annuncio è stata Tempo di libri, manifestazione sull'editoria che si tiene a Milano in questi giorni, dove oggi pomeriggio si discuteva appunto della storia del Telegatto.

"In questo decennio molte cose sono cambiate nella nostra tv -ha proseguito Vitali a Tempo di Libri - nelle nostre abitudini e nel nostro pubblico, che oggi è ancora più esteso grazie al web e ai social". Naturalmente la venticinquesima edizione dei Telegatti terrà conto anche di questo.

More news: Loredana da Bellusco sbanca i "Soliti Ignoti": vince 490mila euro

Nato nel 1971, il "Telegatto" è parte integrante della storia del piccolo schermo in Italia. "Nei prossimi mesi sveleremo nuovi dettagli del premio: invitiamo tutti gli appassionati a seguirci attraverso le prossime fasi".

La caratteristica principale del premio, fin dalla sua prima edizione, è quella di essere sempre stato assegnato da una giuria popolare.

I Telegatti tornano in televisione dopo dieci anni. Storia del premio più amato dalle star', il libro curato da Rosanna Mani (Mondadori, nelle librerie a partire dal 13 marzo), condirettrice del periodico per 20 anni. Un libro di 280 pagine, ricchissimo di fotografie, che ci mostra personaggi della canzone, del cinema, dello sport, del giornalismo e della politica. Da star di Hollywood del calibro di Paul Newman, Robert De Niro e Sean Connery, fino a veri idoli nazionali come Fiorello e Vasco Rossi, Laura Pausini e Raffaella Carrà, Gerry Scotti, Roberto Baggio e Valentino Rossi, ognuno di loro custodisce gelosamente nelle proprie case questa prestigiosissima statuetta Made in Italy. La prefazione è di Antonio Dipollina e i testi di Daniele Soragni. "Storia del premio più amato dalle star", che ripercorre i trent'anni della manifestazione.

Come questo: