Pubblicato: Lun, Marzo 12, 2018
Sportivo | Di Concetto Furlan

Sarri assolve il Napoli: "Chi ha l'obbligo di vincere non siamo noi"

Sarri assolve il Napoli:

"Sono soddisfatto della prestazione dei ragazzi". Se non ci stessimo con la testa, questa sera non avremmo fatto una partita così. "Ci è mancato poco per buttarla dentro e sicuramente riuscire a non perdere non è scontato". "La scorsa settimana ho visto qualche episodio di egoismo, ma stasera ne ho visti meno".

Resa? Non so di cosa state parlando.

Ma, di fronte a una domanda se il Napoli debba ufficialmente dire addio al sogno dello scudetto, l'allenatore degli azzurri ha provato a spostare la pressione sui rivali, con queste parole dichiarate ai microfoni di 'Serie A Live', trasmissione di Premium Sport: "Non siamo né la squadra più ricca né la più forte d'Italia". Il Napoli è lì e si giocherà tutto fino all'ultima giornata. EÈ chiaro che a livello di fisicità e di gamba non è Ghoulam.

More news: Cagliari-Lazio, Inzaghi: "Var utilizzato male, siamo stati danneggiati"

Ma il sostituto non ci sta facendo mancare niente. Certo che l'infortunio avrebbe penalizzato qualsiasi squadra.

Ha messo fuori la palla più importante della serata, sta facendo una grande stagione e non mi piace banalizzarla.

Sì, fino a che possiamo ci crediamo. E comunque stasera non ho visto in campo giocatori che hanno mollato: abbiamo fatto una grande gara contro una squadra che a luglio era accreditata per stare davanti a noi. Le sfide più difficile arriveranno proprio nelle partite in trasferta: l'Inter domani, il Milan il 15 aprile, la Juventus il 22 dello stesso mese e la Fiorentina nel turno successivo, ancora in trasferta.

Come questo: