Pubblicato: Ven, Marzo 09, 2018
Economia | Di Almiro De Bernardi

Roma, allarme buche: c'è "piano Marshall"

Roma, allarme buche: c'è

Il dissesto stradale che in questi giorni di pioggia si e' andato accentuando sta diventando una vera sciagura materiale ed economica per chi si e' visto costretto a ricorrere a meccanici e gommisti.

Da Palazzo Senatorio, l'assessore ai Lavori Pubblici Margherita Gatta si dice consapevole "dei disagi che stanno sopportando i cittadini romani".

More news: Ecco come truccano le elezioni all'estero

"I rattoppi sull'asfalto servono a poco - spiega Negri -". Voglio però rassicurare i cittadini che noi stiamo intervenendo in maniera puntuale per ripristinare al più presto l'ordinaria viabilità. "Quei soldi li ha messi la giunta Cialente" affermano l'ex assessore alle Opere pubbliche Maurizio Capri e il capogruppo del Pd in consiglio comunale Stefano Palumbo. Ma le polemiche non si placano: "Più che un Piano Marshall per le buche a Roma serve un corso per il M5S su gare e appalti", attaccano in Assemblea capitolina le consigliere del Partito Democratico Valeria Baglio, Ilaria Piccolo e Giulia Tempesta. Roberto Giachetti durante la campagna elettorale del 2016 aveva lanciato l'idea di un numero verde per le segnalazioni chiamandolo 06-zero buche.

La nevicata di quest'anno a Roma, giustificando la proposta di Virginia Raggi di collegare Casalotti e Battistini tramite funivia, dimostra ancora una volta che i 5Stelle sono supportati da consulenti profondamente preparati. Ipotizzando che Provincia e Anas siano in procinto di fare altrettanto, primo cittadino chiede lumi ai due enti sulla tempistica delle manutenzioni programmate sulle strade di loro competenza che interessano la città di Cesena. Oltre 1 milione di euro sono le risorse per la realizzazione di altri interventi già attivi. Secondo l'associazione dei consumatori "almeno 1 veicolo su 10 circolante a Roma ha subito danni da buche stradali". Su Twitter, con l'hashtag #cinebuche, i titoli di alcuni film famosi si sono trasformati in battute sulle condizioni delle strade: "Harry ti sei perso Sally", "Roma città aperta", "Profondo Fosso", "La la buca", "Bianco, rosso e cerchione", "Maledetto il giorno in cui ce so cascato", "Alla ricerca di Nemo" sono solo alcuni dei fantasiosi titoli inventati dagli utenti online. Su Facebook non manca chi propone di smettere di riempire le buche e livellare Roma verso il basso.

Come questo: