Pubblicato: Gio, Marzo 08, 2018
Tecnologia | Di Ricario Cosma

Il senatore nero leghista Balotelli: "Ma vergogna"

Il senatore nero leghista Balotelli:

"Mi ha chiamato Calderoli nella notte, mi ha detto "ciao Senatore Iwobi". Se Balotelli giocasse nella mia squadra del cuore, certo, tiferei per lui.

Balotelli secondo me è una persona timida e mi sta pure simpatico per quel poco che l'ho visto. "Quindi Muntari può tornare a casa sua". Taglia corto il segretario della Lega Matteo Salvini dopo gli attacchi del giocatore a Tony Iwobi. Il sistema che esisteva fino a queste elezioni permetteva invece ai partiti di scegliere a posteriori dove eleggere i big di partito sulla base dei voti ricevuti.

I ragazzi allungano al loro capo una maglia del Milan. "Grazie ragazzi, ma non dovevate!" Il messaggio è poi scomparso dal profilo Instagram del calciatore.

More news: Fiorentina, le proposte dei tifosi per ricordare Astori

Salvini 'Save the Calabrian' potrebbe diventare 'virale', un vero e proprio hashtag per riprendersi la Regione e bloccare sul nascere le velleità plebiscitarie del Movimento Cinque Stelle calabrese. "Di Balotelli non ho alcuna stima".

Ma come se non bastasse, borbottano sarcastici, per strana eterogenesi dei fini, il primo senatore leghista della Calabria, altro che teschio lombrosiano di Giuseppe Villella, sarà addirittura il leader di via Bellerio, Matteo Salvini. Iwobi è un militante leghista da vent'anni e, andando contro la morale comune che lo vorrebbe schierato con l'ultra sinistra per lo Ius Soli facile, chiede una stretta all'immigrazione senza controllo.

Mario Balotelli ha commentato l'elezioni di Iwobi con un post su Instagram: "Forse sono cieco io o forse non gliel'hanno detto ancora che è nero. Mi piace ancora meno fuori dal campo".

Come questo: