Pubblicato: Mar, Marzo 06, 2018
Esteri | Di Evidio Veneziano

In Sicilia trionfa il M5S: sfiora il 50%

In Sicilia trionfa il M5S: sfiora il 50%

"Abbiamo vinto 28 a zero e Micciché ha il coraggio di dire che nell'ondata di protesta c'è stato il risultato straordinario di Forza italia, quando il centro destra ha perso 11 punti percentuali". Il centro-destra si sentiva sicuro e invece gli è arrivata una batosta incredibile. Alla Camera la situazione non cambia. Il confronto è ancora più impietoso se si prendono altre tornate elettorali dove il Pd aveva raggiunto risultati migliori, come le regionali del 2014 (-18%) o le Europee del 2014 (-26%, esattamente la metà). Come Raffaele Stancanelli a Catania. Collegio di Agrigento, Rino Marinello M5s 53, Vincenzo Giambrone Centrodestra 28, Maria Iacono Centrosinistra 12, Calogero Zammuto Leu 2. Toni Scilla e Paolo Ruggirello a Marsala.

Nel Collegio Palermo Resuttana San Lorenzo Steni Di Piazza dei 5 stelle al 44 Giulio Tantillo del Centrodestra 30 per cento Teresa Piccione del Centrosinistra 16, Pietro Grasso di Liberi e uguali al 5,71. E' arrivato ultimo col 5,92%. Ma nella notte la tendenza era già chiara al Senato, stamattina i dati non definitivi ma largamente stabilizzati regalano al partito di Di Maio anche tutti i seggi della Camera. La Sicilia è 5 stelle.

Sia alla Camera, sia al Senato.

Unico collegio in bilico alla Camera è quello di Olbia: due punti distanziano il candidato M5S Nardo Marino (38,8%) da Giuseppe Fasolino di Fi (36,9%).

More news: Juventus, Higuain in gruppo: è pronto per il Tottenham

In Puglia è confermata la sconfitta di Massimo D'Alema nel suo collegio storico salentino di Nardò dove correva per l'uninominale al Senato per Liberi e Uguali. Noi ci abbiamo messo il cuore e l'anima, siamo stati sempre presenti sui territori e continueremo ad esserlo. Il trionfo dei Cinquestelle nell'Isola preoccupa il presidente della Regione, Nello Musumeci, che invita alla "riflessione".

"Un risultato importante per il Movimento Cinque stelle in Sicilia", dice vittorioso Cancelleri. Come nelle previsioni il Movimento sta primeggiando nella maggior parte dei collegi. "Questa e' la sfida del nostro governo, ma e' anche la sfida cui e' chiamato senza alibi tutto il Parlamento siciliano, per condividere e portare a compimento la tanto attesa stagione delle riforme". Alla Camera, Sicilia 2, il Centrodestra ottiene il 30,72% contro il 31,8 del 2013 mentre il Centrosinistra passa dal 21,5% del 2013 al 14,44%.

Forza Italia perde rispetto alle scorse politiche, ma avanza rapportando i voti alle scorse regionali del 5 novembre scorso, successone della Lega e di Fratelli d'Italia che aumentano di molto la propria presenza nell'Isola. Il M5s fa il boom con il 63% dei voti, con il candidato Pietro Lorefice, staccato il Centrodeststra con il 23%, e la candidata Giovanna Candura, tracollo Pd con la candidata Annalisa Petitto appena sopra il 10%. Collegio Acireale Tiziana Drago M5s 47, Angelo Attaguile Centrodestra 33, Giovanni Burtone Centrosinistra 14, Leo Micali Leu 2. A questa legge non ha derogato la Sicilia. Si tratta di un primissimo test per il governo Musumeci, dopo le elezioni di Novembre che hanno visto trionfare il centrodestra.

Come questo: