Pubblicato: Lun, Marzo 05, 2018
Esteri | Di Evidio Veneziano

In Germania nasce il governo Merkel: approvata la Grosse Koalition

In Germania nasce il governo Merkel: approvata la Grosse Koalition

I leader socialdemocratici hanno deciso a favore della nuova coalizione dopo aver ottenuto varie concessioni dai conservatori, tra cui il controllo dei ministeri di Esteri e Finanze (scelta per cui Merkel è stata ipercriticata dai suoi).

Domani è previsto che sia invece la Csu a rendere noto chi sarà ministro nel governo Merkel-quater.

"I risultati che in Germania hanno segnato la recente consultazione politica generale indicano un arretramento consistente del partito della signora Merkel - ricorda Fausto Durante, responsabile delle politiche europee e internazionali della Cgil -". Logica quindi la soddisfazione della Cancelliera: "Mi congratulo con la Spd per questo limpido risultato e mi rallegro per la futura collaborazione per il bene del nostro Paese", ha scritto in un tweet al quale ha fatto eco Il cristianosociale bavarese, Seehofer, leader del partito bavarese "cugino" della Cdu: "Una buona base per un governo federale stabile".

Dopo 161 giorni dalle elezioni, la "Groko" è di nuovo realtà: gli iscritti del Partito Socialdemocratico hanno approvato l'alleanza di governo con la Cdu di Angela Merkel, ratificata a larga maggioranza (i due terzi dei voti) e con un'altissima partecipazione (oltre 400mila votanti su 464mila).

More news: L'AISM in piazza con "Benvenuta Gardensia!", un fiore per sostenere la ricerca

Le ex delfine Ursula Von Der Leyen e Julia Klöckner sono state invece consolate rispettivamente con la riconferma alla Difesa e con il ministero dell'Agricoltura. Lo ha annunciato il tesoriere della Spd Dietmar Nietan, dopo le anticipazioni di stampa. E ha aggiunto che entro qualche giorno vedrà la Merkel.

Questa primo avvicinamento fra Spd e Cdu ha creato forti tensioni interne ai partiti, dividendo soprattutto i Socialdemocratici di Schulz, non concordi dell'avvicinamento con la Merkel e la sua linea politica.

Già lo scorso 7 febbraio all'assemblea del partito i giovani si sono espressi contro la Grosse Koalition (362 "sì" su 642 delegati), tuttavia il voto di oggi chiude alle divergenze, e dopo quasi sei mesi sarà possibile mettere insieme un nuovo governo. In precedenza Merkel aveva provato a fare un governo contando su una coalizione definita "Giamaica" e cioè con i Verdi e i liberal democratici (Fdp) poi naufragata.

Scholz ha affermato di essere "molto orgoglioso" della prestazione del partito e della "precisione" con cui si è svolta la consultazione. "Ma attenzione - ha dichiarato Kuehnert stamane a urne ancora calde - la nostra critica rimane intatta, pretendiamo un rinnovamento profondo e guarderemo il partito sulle dita".

Come questo: