Pubblicato: Ven, Marzo 02, 2018
Medicina | Di Gottardo Magnano

Lorenzin sui vaccini: "Sanzioni per chi non è in regola"

Lorenzin sui vaccini:

È questo l'annuncio del ministro della Salute Beatrice Lorenzin a pochi giorni dalla scadenza del termine utile per iscrivere i figlia a scuola con i certificati di vaccinazione, fissato per il 10 marzo. "Chi pensava che non facessimo sul serio si sbagliava di grosso".

Commentando la proposta di alcune Regioni di lasciare che i bambini non in regola con la certificazione vaccinale possano comunque terminare l'anno scolastico, il ministro ha detto: "Non sono assolutamente d'accordo".

Il ministro avrebbe dichiarato, inoltre, che 'l'Italia sarebbe diventato un paese che ha perso completamente il rispetto delle regole e delle sue leggi, anche quando si tratta di iniziative nate a tutela dei cittadini e per garantire la sicurezza pubblica di bambini [VIDEO] ed adulti'.

More news: Con me il Milan lavorava poco? Scuse dei giocatori

"Dopo il 10marzo la legge sarà applicata in modo pedissequo - ha sottolineato - ricordiamo che la norma è stata costruita proprio per consentire a tutti di essere vaccinati".

Beatrice Lorenzin si sofferma anche sull'argomento Sanità: "Credo che la spesa per la sanità debba aumentare gradualmente rispetto al PIL". Lo scorso mese sono morte due persone di morbillo e abbiamo avuto 164 casi. Parliamo di cose serie. "Il caso emiliano è un caso incredibile - si legge sul sito dell'ANSA - Parliamo di manifesti 6 metri per 3, affissi per tutta la regione, che distorcono i dati dell'Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa), creano procurato allarme e terrore nei cittadini. Le istituzioni si devono adeguare alla legge, una legge fatta per la sicurezza delle persone". "Abbiamo permesso tutte le facilitazioni possibili alle famiglie", continua Lorenzin. "E' incredibile che possa accadere in una regione dove c'è un livello di sanità altissimo, ma dove ci sono anche personaggi come Montanari e altri che sono il nucleo portante dei no vax". Alle mamme preoccupate il ministro dice: "non abbiate paura delle vaccinazioni, non vi fate imbonire dai ciarlatani, la vaccinazione è il sistema più sicuro che abbiamo per mettere in sicurezza i nostri figli". "Sono ancora migliaia i bambini che non sono in regola con la legge sull'obbligo vaccinale", tuttavia, "la situazione generale è positiva e al di sopra delle nostre aspettative, con molte Regioni che hanno superato la soglia del 95%, ad esempio per la vaccinazione esavalente", conclude Walter Ricciardi, presidente dell'Istituto superiore di sanità.

"Come rappresentanti della salute pubblica - è la conclusione di Burioni e colleghi - noi riconosciamo che l'azione del Governo è epidemiologicamente giustificata".

Come questo: