Pubblicato: Ven, Marzo 02, 2018
Tecnologia | Di Ricario Cosma

Italia, c'è ancora Buffon. Di Biagio: "Si valuterà in due-tre gare…"

Italia, c'è ancora Buffon. Di Biagio:

Il ct azzurro ad interim nella sua prima conferenza stampa ha parlato di Gianluigi Buffon e della possibilità di proseguire l'avventura in azzurro dopo Italia-Svezia. Ma non è ancora la Nazionale. Devo sfruttare al meglio il lavoro dei club. "Qualche anno fa dichiarò che ero uno dei suoi modelli e credo che da parte sua sia stato davvero un pensiero carino". Mancano, dunque, i big. Il riferimento è alle due amichevoli che l'Italia disputerà a marzo contro Inghilterra e Argentina.

INSIGNE - "Io ti dico invece come ho visto Insigne dopo la partita con la Svezia, per me Lorenzo ha dimostrato di essere un campione, un giocatore estremamente maturo, che pensa al gruppo, nel momento in cui finita la partita con la Svezia non ha fatto una dichiarazione contro il ct, non ha fatto una dichiarazione da giocatore polemico". Io sono realista e ambizioso, possiamo racchiudere ambizione e realtà.

"E' normale pensare a ciò che farò nei prossimi mesi". Prima viene il profilo. Intanto il nuovo ct si affida anche alla vecchia guardia.

More news: In casa aveva cocaina e armi di ogni genere: arrestato imprenditore torinese

"Attualmente chi è qui deve essere allenatore e selezionatore". Di Biagio rivela di aver sentito il capitano e altri senatori. È stato infortunato, sfortunato col Torino, spero che ritorni a segnare, perché è un giocatore che mette l'anima, ma per ora è un lontano parente del Belotti dello scorso anno. Che guardano oltre le due partite di marzo per le quali la Figc gli ha affidato la Nazionale. Futuro da dirigente? Mi auguro di avere un'altra fiamma di passione che mi indichi un ruolo da poter seguire anche in futuro. L'unica cosa che devo fare in questo momento è concentrarmi su questo finale di stagione.

Il discorso poi si è spostato su un paragone che ha fatto discutere, quello con l'Olanda degli anni '70, da sempre nell'immaginario calcistico popolare ma di fatto mai vincente: "Avrei preferito che quel Mondiale lo vincesse l'Olanda". Lui fa sempre notizia. Il nuovo C.t. azzurro inoltre sembra intenzionato a non chiudere le porte della Nazionale a nessuno, neanche a Balotelli, osteggiato nel corso della gestione Ventura. Per gli altri giocatori, senza andare nel dettaglio, ho parlato con molti. E con i giovani.

"Con l'Under 21 abbiamo perso in semifinale agli Europei contro la Spagna". Indirettamente chiede le seconde squadre. Bisogna avere il coraggio di puntare sui giovani. "Mi piacerebbe iniziare con la difesa a quattro". E' difficile ma non complicato per Di Biagio che oramai conosce perfettamente i meccanismi interni della Federazione dalla quale ha totale stima.

Come questo: