Pubblicato: Sab, Febbraio 24, 2018
Economia | Di Almiro De Bernardi

La bufala del rincaro della bolletta della luce, la verità di Enel

La bufala del rincaro della bolletta della luce, la verità di Enel

Stiamo assistendo in queste ore ad un via vai incontrollato di voci dovuto alla bufala bollette Enel che secondo un messaggio Whatsapp in circolazione pare prevedano un aumento di 35 euro a causa dei morosi, anche per chi ha sempre pagato regolarmente. Occorre precisare che per ogni contratto attivo di energia elettrica si pagano i cosidetti "oneri generali di sistema" che coprono i costi per le attività di interesse generale del sistema elettrico tra cui lo smaltimento del nucleare, gli incentivi alle fonti rinovabili, le agevolazioni tariffarie al sistema ferroviario, si pagano gli oneri anche se c'è zero consumo.

Questa delibera cerca di creare un meccanismo per restiturire ai distributori una parte degli oneri già versati e che non potranno essere più incassati perchè i fornitori sono diventati insolventi.

L'Autorità dell'energia, delle reti e dell'ambiente (Arera) specifica che "il provvedimento citato (deliberazione 50/2018) riguarda solo una particolare casistica, limitata numericamente, e solo una parte degli oneri generali di sistema previsti per legge". Il denaro relativo non finisce nelle casse della nostra società fornitrice, ma alle società che distribuiscono l'energia, e a loro volta nel Gestore dei Servizi Energetici (GSE). Con il mini risarcimento si tratta di far recuperare gli oneri spesi alle società fornitrici, uniche rimaste scoperte nel giro dei pagamenti. "Una misura piuttosto odiosa per i cittadini che pagano puntualmente le bollette - afferma Giovanni Paglia di Liberi e Uguali - e si trovano a doversi sobbarcare i buchi delle aziende, così come già successo con il sistema bancario". Naturalmente si tratta dell'ennesima bufala.

Sui social sta circolando un messaggio virale che invita a non pagare un presunto rincaro "di 30-35 euro" che sarebbe in arrivo con la bolletta di aprile. Difficile dirlo perché mancano ancora le cifre reali.

More news: Basket, Cantù cede davanti a Brescia: niente finale di Coppa Italia

Ecco cosa scrive Altroconsumo sul proprio sito web: "La delibera emanata dall'Autorità mira a sanare solo i crediti inesigibili dei distributori, non quelli direttamente generati dalla morosità dei clienti finali".

Infine, la stessa Autorità per l'energia ha spiegato che a oggi non ci sarà alcun aumento nelle bollette dovuto al recupero degli oneri e che gli eventuali aumenti potrebbero arrivare dal prossimo anno.

Quindi non ci sono né date né cifre: al momento è inutile indignarsi o condividere catene basate su bugie esplicite.

In sostanza, sulle bollette della corrente già cariche di risarcimenti, di oneri, di voci si aggiungerà una nuova batosta. Un ragionamento che non sta evidentemente in piedi dato che un provvedimento del genere renderebbe Enel invisa alla stra grande maggioranza dei propri clienti. Ma non vuol dire che saremo noi a pagare le bollette dei "furbi" che non lo fanno. Può bastare anche il costo di un caffè!

Come questo: