Pubblicato: Sab, Febbraio 03, 2018
Medicina | Di Gottardo Magnano

Centrodestra, allarme rientrato in Lombardia. Riammessi i candidati sospesi ieri dal giudice

Centrodestra, allarme rientrato in Lombardia. Riammessi i candidati sospesi ieri dal giudice

Accolta, dunque, l'immediata obiezione del centrodestra, che aveva immediatamente obiettato che in realtà la dichiarazione era stata prodotta e andava ricercata in cancelleria, nel fascicolo principale depositato per tutti i partiti della coalizione da Forza Italia.

Possono tirare un sospiro di sollievo i 17 candidati del centrodestra della Lombardia che rischiavano di non poter più correre alle prossime elezioni politiche. Tra queste spiccano quelle di Michela Vittoria Brambilla (nel collegio di Abbiategrasso) e Cristina Rossello (Milano). Per questo motivo è ora a rischio la corsa dei 15 candidati di Noi con l'Italia, lista di centrodestra, per la conquista di un seggio alla Camera nel collegio uninominale Lombardia 1.

More news: Inter, Ausilio: "Trattativa mai esistita per Pastore"

Ora i rappresentanti delle liste estromesse hanno 48 ore di tempo per presentare ricorso all'Ufficio elettorale presso la Corte di Cassazione. La commissione elettorale ha contestato l'assenza, nelle liste depositate da 'Noi con l'Italia', della documentazione a sostegno appunto dei candidati di coalizione all'uninominale, a partire dalle dichiarazioni di accettazione della candidatura. Michela Vittoria Brambilla, da canto suo, ha puntato il dito sulle "eccessive pastoie burocratiche".

In lista troviamo anche Paola Frassinetti, Jari Colla, Guido Della Frera, Igor Lezzi, Laura Molteni, Andrea Crippa, Andrea Mandelli, Luca Squeri, Alessandro Morelli, Graziano Musella, Federica Zanella e Laura Molteni.

Come questo: